E poi un giorno…

In evidenza

L’idea per questo lavoro è nata da alcune chiacchierate con un mio caro amico spagnolo. Ci chiedevamo se fosse possibile per un artista amare profondamente e sinceramente qualcosa che non fosse la propria stessa arte. Riuscire a concepire l’altro non come distrazione dalla propria natura, ma anzi, quasi come forma di aiuto ed ispirazione.

Matteo Ricca

E’ iniziato così questo viaggio, che ha visto la stesura della prima sceneggiatura a dicembre 2010 e che, con varie revisioni a quattro mani tra Matteo Ricca, sceneggiatore e regista, e Giacomo Prestinari, co-produttore e montatore del cortometraggio, ha visto la sua forma definitiva lo scorso giugno.

Già alla prima lettura era sembrato un lavoro interessante, ma era ancora acerbo e privo di una vera e propria narrazione. Così quando a giugno l’ho finalmente riletta per l’ultima volta ho detto: beh, wow, ora iniziamo ad esserci…